fbpx

FERMATI UN ATTIMO PERCHÉ ABBIAMO UN REGALO PER TE GIOVANE!

ARTICOLI POPOLARI

BITONTO, LA CITTÀ DEGLI ULIVI

Oggi siamo alla scoperta di quelle città che fanno parte dell’agglomerato dell nostro fantastico capoluogo, oggi siamo alla scoperta di Bitonto! Come ben potrete capire dal titolo, Bitonto è una città conosciuta per le immense distese di oliveti che circondando la città, prendono di diritto un posto nell’economia del paese. Già la presenza dell’ulivo potrebbe essere una garanzia di bellezza, ma non soffermatevi all’apparenza, venite con noi alla scoperta di Bitonto!

CENTRO STORICO

Il centro storico di Bitonto presenta numerose testimonianze religiose, chiese e palazzi. Di grande importanza è  il museo diocesano più grande del Mezzogiorno d’Italia riconosciuto “Città d’arte” nel 2014. Gli edifici più significativi di Piazza del Castello, di cui rimane solo il torrione del 300 , sono la Chiesa di S. Gaetano e la loggia del palazzo Sylos-Calò.

CATTEDRALE DI SANTA MARIA ASSUNTA

La Cattedrale, di stile romanico, si trova nel quartiere medievale di Bitonto. La  facciata è sicuramente la parte più bella riccamente decorata attraverso l’arte locale, con l’unione di elementi della cultura orientale, con elementi della cultura occidentale. L’interno è decorato dall’ambone, considerato una scultura medioevale superlativa, da pilastri decorati da personaggi appartenenti alla casata sveva.

Cattedrale di Bitonto

BASILICA DEI SANTI MEDICI

Edificata nel 1960, fu consacrata dal vescovo di Bitonto Aurelio Marena nel 1973 ed elevata a basilica minore da papa Paolo VI. E’ dedicata ai santi medici Cosimo e Damiano, due icone molto venerate nel territorio. Degna di nota è anche la processione dedicata ai due santi, che raccoglie fedeli da ogni dove!

 PORTA BARESANA

La porta baresana è una porta risalente al rinascimento, che conduce a Bari. Oggi non ci sono più le mura a cui la porta era collegata, ma si possono benissimo notare altri particolari. Tra questi un dipinto sul quale sono raffigurati dodici santi, l’orologio e lo stemma della città e delle statue sempre di stampo religioso, come la madonna dell’Immacolata che fu simbolo a suo tempo della città.

Porta Baresana

PALAZZO SYLOS-VULPANO

L’elemento distintivo di questo palazzo sono le decorazioni del suo cortile. Gli stili architettonici vanno dal gotico aragonese al rinascimentale napoletano, con statue come quella dell’arcangelo Michele protettore della famiglia. Tutti questi elementi l’hanno portato ad essere eletto monumento nazionale. UN OBBLIGO ANDARE A VISITARLO.

Siamo giunti alla fine della nostra guida cari lettori. La nostra Comunity sta crescendo a vista d’occhio ed a voi va un ringraziamento particolare perche continuate a seguirci!

Condividete i nostri articoli e fatevi portavoce della nostra iniziative, E non dimenticate di taggarci nelle vostre instagram stories!

Continuate a seguire MYT e a leggere i nostri articoli, vi ricordiamo che potete seguirci sui social per rimanere aggiornati!

-Make Your Travel

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*