fbpx

FERMATI UN ATTIMO PERCHÉ ABBIAMO UN REGALO PER TE GIOVANE!

ARTICOLI POPOLARI

La settimana santa in Puglia

La settimana Santa in Puglia

Chiedete ad un pugliese cosa vuol dire passare al settimana santa in Puglia.

Provate a farlo, rimarrete sbalorditi da tutto quello che vi racconterà. Vi racconterà di giornate di festa, di emozioni, di famiglia, di attimi, di sentimenti, vi racconterà un mondo diverso, un mondo che vale la pena vivere almeno per una volta.

La Settimana Santa è una delle ricorrenze più sentite in tutte le città della Puglia, dalle più piccole, alle più grandi.

E proprio come nel turismo, non ci sono differenza, sia nelle città più piccole, il nostro fiore all’occhiello , che nelle più grandi, tutto sarà capace di sbalordirvi.
Sicuramente l’apice delle celebrazioni religiose, per quanto riguarda soprattutto le manifestazioni esterne, si ha nel corso della giornata del Venerdì Santo, in genere con la processione dei Misteri, ma anche il Venerdì antecedente la Domenica delle Palme, quello che un tempo era denominato di Passione o dei Dolori, vede quasi in ogni località una processione dell’ Addolorata o della Desolata.

Tra il venerdi ed il sabato santo, sono tante le processioni che sfilano in Puglia, ognuna con i suoi particolari. Vediamo insieme i luoghi migliori dove vivere la settimana santa in Puglia!

San Severo

All’alba del Venerdì Santo partono tre processioni dalla chiesa della Pietà, dalla chiesa della Trinità e dalla chiesa di S. Agostino. La particolarità della settimana santa di San Severo stà nell’incontro di queste tre processioni in piazza Castello. Qui una croce, frapposta tra la statua dell’Addolorata e quella di Gesù Cristo, impedisce l’abbraccio tra la Madre e il Figlio.

San Marco in Lamis

Anchq ui si parte all’alba del venerdì santo con la processione durante la quale la Vergine va alla ricerca di suo Figlio tra le vie della città e i Sepolcri.

La sera, invece, si svolge la processione dell’Addolorata con le “fracchie”.Le fracchie sono uno dei momenti più caratteristici della settima santa a San Marco in Lamis, vengono accese grandissime torce di legno che sono poste su carri trainati da ragazzi. San Marco così viene completamente illuminata per favorire il cammino della Madonna.

Taranto

A Taranto si parte il pomeriggio del Giovedì Santo, con l’uscita dei “Perdoni”, i quali non camminano ma “nazzicano” a piedi scalzi, si dondolano cioè molto lentamente aiutandosi con una mazza alta circa due metri che simboleggia l’antico bastone dei pellegrini.
Indossano un camice bianco, un cappuccio bianco con due forellini all’altezza degli occhi e devono rientrare nella chiesa madre entro la mezzanotte del Giovedì, quando, dalla Chiesa di San Domenico del Borgo Antico, parte la Processione della Madonna Addolorata che percorre le strade del Borgo Nuovo e del Borgo Antico preceduta dal troccolante.
La processione rientra nella Chiesa del Carmine la mattina del Sabato Santo quando il  Troccolante bussa, per 3 volte, con la mazza sulla porta della Chiesa affinché venga aperta per riaccogliere le statue.

Trani

Adesso veniamo ad una delle più particolari, Trani.

Trani La processione del Venerdì Santo parte dalla chiesa di Santa Teresa alle ore 03.00 in punto. Nel cuore della notte, quando tutto è silenzio, il simulacro della Vergine Addolorata inizia il suo pellegrinaggio di dolore, raccogliendo le preghiere e le angosce dei fedeli. La processione si conclude con il sorgere del sole, ve la consigliamo davvero!

Canosa

Veniamo adesso a Canosa di Puglia, dove la settimana santa è davvero molto sentita. Si parte dal giovedi sera, con il giro dei sepolcri, in cui i cittadini girano per le chiese della città per rivolgere preghiere ai propri cari ed aiutarli nell’ascesa al paradiso. Il venerdi santo, si procede con la processione dei misteri, in cui sono davvero tante le statue portate a spalla dai fedeli, per poi concludere il tutto il sabato mattina con la processione della Desolata.

Questo è il momento più toccante.

Sono circa 600 le donne che seguono la madonna, vestite di nero e con il capo coperto. Cantano un canto straziante, commovente, che vuole ricordare il dolore della vergine per la perdita del figlio.

Processione della desolata a canosa di Puglia

Ruvo di Puglia

Si parte dal Mercoledì delle Ceneri durante il quale vengono appese nelle strade le “Quarantane”, ovvero dei fantocci con le sembianze di una vecchia signora vestita di nero. Questi pupazzi durano fino al giorno di Pasqua quando vengono fatti esplodere durante la processione. Nel pomeriggio del venerdì, si svolge la processione della Desolata dalla chiesa di San Domenico, mentre nella notte tra il Mercoledì e il Giovedì Santo vi è la processione degli Otto Santi. Il pomeriggio del Venerdì Santo dalla chiesa del Carmine esce la processione dei Misteri, ed il Sabato Santo chiude la settimana con la processione della Pietà dalla chiesa del Purgatorio.

Abbiamo provato a spiegarvi la settimana Santa in Puglia, ma una descrizione non basta, bisogna viverla!

Per non perdervi i nostri articoli seguiteci su Facebook!

-Make Your Travel

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*